Il Donbass è come il sud Italia.

1-MAGGIO-DONBASS_thumb.jpg

La retorica di Obama su Ucraina mi ricorda la versione comunemente accettata della guerra del 2008 tra Russia e Georgia. Reportage erano pieni di accuse infondate, anche i titoli tipici esclamavano “la Russia invade la Georgia.” L’espansione territoriale è stata la notizia. Il presidente Mikheil Saakashvili si lamentava per la tragedia che si è inflitta al suo Paese.

Mettiamo a confronto la crisi ucraina in corso con quello che è successo in Georgia. Nonostante i titoli asserviti, la Georgia era un altro caso in cui i fatti attendibili erano difficili da trovare. C’erano un sacco di accuse mosse alla Russia, ma pochi fatti principali sulla parte georgiana della storia.

E si dibatteva per una questione di chi ha sparato per primo. La contro-versione russa della storia ha sostenuto che i georgiani hanno iniziato il conflitto e che la Russia stava semplicemente reaggendo. L’argomento russo è stato accolto con un bel po ‘di incredulità.

Più tardi, tuttavia, una multinazionale missione esplorativa dell’UE ha pubblicato un rapporto che ha incolpato la Georgia per la guerra. Un titolo Spiegel Online proclamava, “Le bugie di investigatori dell’UE Debunk Saakashvili.” La storia Russia-invade-Georgia è stata una realizzazione di grande successo.

Ora in Ucraina la questione non è chi ha sparato per primo. E ‘chi ha invaso chi. Se prendiamo la parola di Obama per esso, il titolo sarebbe “Russia invade Ucraina orientale.”

Ma penso che ci sia un altro lato della storia. Cos’è? È che forse Kiev ha  invaso Donbass, la zona in cui migliaia di ucraini sono morti in battaglie terribili.

Vedete, se ci pensate, ci sono due Ukraine. Per giustificare questa affermazione permettetemi di parafrasare un Clintonismo: dipende da ciò che il significato della parola Ucraina è.

C’è un “ex Ucraina.” Questo è il paese che esisteva prima delle rivolte Maidan. Era territorialmente intero, costituzionale, e non afflitto da guerra interna sanguinosa.

Ora c’è la nuovo Ucraina, Ucraina creata dai Maidanists. Molti osservatori, come Obama, equiparano automaticamente i confini della nuova Ucraina con quelli della ex Ucraina. Ma l’equivalenza non sembra essere radicata nella realtà.

L’idea che la nuova Ucraina ha il diritto di tutto il territorio dell’ex Ucraina è piuttosto tenue. Non c’era nessun trasferimento costituzionale dal vecchio al nuovo. Invece, una giunta armata ha occupato Kiev con la forza. E inseguito il presidente democraticamente eletto Yanukovych fuori del paese sotto la minaccia della morte. E annullato la costituzione democraticamente istituita.

Un governo ad interim, cosiddetto stato, messo in atto dalla giunta. Si governò dal 27 Febbraio 2014 fino al 7 Giugno 2014 quando il presidente Petro Poroshenko è insediato a seguito di una elezione democratica. Nel frattempo, tuttavia, due aree di ex Ucraina, Donbass e Crimea, ha rifiutato di diventare parte della nuova Ucraina. La nuova Ucraina non aveva controllato quei territori, e la maggior parte degli abitanti non ha voluto essere parte della nuova Ucraina.

Trovo che sia difficile per molte persone comprendere la spiegazione precedente. Il rullo di tamburi dei media hanno costantemente sondato la versione Kiev-centrica delle cose. La maggior parte degli osservatori casuali hanno accettato come vangelo quanto detto nei notiziari.

Quindi potrebbe essere utile analizzare le posizioni polarizzate che molti hanno appreso per quanto riguarda l’Ucraina. Per eludere tali opinioni radicate, esploriamo le questioni rilevanti con un parallelo ipotetico:

Basta immaginare che in Italia c’è una rivoluzione in cui le persone che si sentono antagoniste per la “padania”  prendono con la forza il parlamento (che poteva trovarsi anche a Torino, come in tempi remoti). Gettano la Costituzione italiana. Non esiste una continuità giuridica del governo. La giunta avanza subito minacce che diminuiscono il patrimonio e le pratiche culturali e linguistiche regionali.

In risposta i napoletani e siciliani prendono responsabilita’ del proprio territorio. Quelle regioni mai state sotto il controllo della “padania”…

Pensate che nel mondo sarebbe ampiamente legittimata, l’affermazione di un diritto di controllo, di una “giunta padana”, sulle terre del Mezzogiorno d’Italia ?!?

E quale persona non condannerebbe la “giunta padana” se ha invaso il Sud Italia, provocando migliaia di morti e tanta distruzione economica?

Naturalmente la situazione in Ucraina è molto più complicata a causa del confine russo, diversi sentimenti correlati e leggende, e una lunga corsa e demonizzazione ben congegnata di Putin sulla stampa. Ma il principio sembra lo stesso per me. Lo scenario ipotetico italiano è la realtà in Ucraina oggi. Tutto.

Il Donbass è come il sud Italia.

Che cosa aggiungere ?  è Kiev che ha davvero invaso il Donbass.

.Ciò che viene chiamato l’Ucraina orientale sulla stampa è in realtà Donbass. Russia nega attivamente che ha sostenuto Donbass con personale e attrezzature militari. Non so se abbia o meno.

Ma non è tutto ciò, che la Russia potrebbe fare davvero, un punto controverso? Il vero problema è che Kiev ha invaso Donbass. Questa è la fonte di tutta la morte e la distruzione.Ancora una volta, la Russia non ha sparato per primo. L’orso russo è stato fatto diventare “il cattivo” da una campagna abile basata su invenzioni.

Purtroppo, l’attenzione del mondo è stata deviata dalla visione reale delle trasgressioni di Kiev e l’orrore che hanno provocato. E ‘stato reindirizzato alla aggressione russa riportata.

E’ documentato nel libro Ucraina nel mirino ( www.UkraineInTheCrosshairs.com ) come quelle accuse non sono infatti basate.

Penso che sia molto importante mettere in discussione il perché la stampa, gli Stati Uniti, la NATO e l’UE hanno così contorto la loro rappresentazione della crisi in Ucraina. Le loro azioni hanno lavorato a danno del popolo ucraino.

Apparentemente, i Maidanists sostenevano dall’inizio di essere in cerca di maggiore democrazia e più stretti legami con l’Europa. La giunta ha sostenuto che un accordo di associazione UE proposto è stata la chiave. Non tutti erano d’accordo. E che problema di divisione ha generato il conflitto interno che ha precipitato la grande crisi ucraina.

Guardate cosa è successo nella scia della giunta:

-Prima dell’ escalation delle proteste Maidan, non vi era alcun pericolo di una invasione russa, non c’erano combattimenti “separatisti”, non c’era la guerra in Donbass. 

-Sanzioni:  hanno causato danni economici rovinosa per molti paesi. I rapporti tra gli Stati Uniti e la Russia non erano in disordine pericoloso.

-Sono state devastate dalla guerra Donbass città, paesi e villaggi. Migliaia di ucraini ora defunti erano ancora vivi.

-E La possibilità di sostituire l’impopolare leader di Yanukovich attraverso elezioni democratiche era all’orizzonte immediato. Variazione era in vista, senza alcuna necessità di guerra.

Prendete una buona occhiata a ciò che è accaduto e ditemi che beneficio tangibile ha portato al popolo ucraino. I Maidanists fissati a migliorare molto la popolazione. Ma le cose sono peggiorate. Molto peggio.

È difficile immaginare perché qualcuno dovrebbe credere che l’associazione con l’UE annulla tutti i danni che il conflitto ha causato. Rivendicazioni di aiuti UE sembra illusoria. Alla fine, gli orrori inflitti al popolo ucraino dalla giunta erano totalmente inutili, inefficaci e controproducenti.

Cosa diavolo sono i motivi reali, del popolo e dei governi, che hanno promosso e sostenuto tutta questa morte inutile e distruzione?

In nome e per conto di chi ?

Non è difficile capirlo, basta chiedersi 3 semplici cose:

-Chi ci guadagna ??

-Chi ha finanziato e ideato questa guerra ??

-Cosa vogliono ottenere ??

Ma nella pigrizia mentale indotta dai media…

preferiamo fingere che tutto questo non ci appartiene !!

Precedente DISinformare per esistere ?!? Gli stronzi galleggiano per non annegare. Successivo LA GRECIA NON DEVE ARRENDERSI: Vae victis