TUTTE LE BESTIE DI PRESIDENTI USA

gatto-trump

L’elezione del presidente degli Stati Uniti d’America, volenti o nolenti, ha ripercussioni su tutto il mondo. Si sa, poi, che i presidenti USA dedicano un posto speciale al First Dog o al First Cat o, in genere, al First Pet.

C’è mistero sul primo “Presidential Pet” di Donald Trump. Sarà cane o gatto? Intorno al rapporto di Trump con gli animali domestici girano storie contrastanti. Qualche mese fa erano circolate voci allarmistiche sul suo labrador, “Spinee”, per poi scoprire che infondata sarebbe in realtà la voce che il neo presidente degli Stati Uniti abbia un cane. 

Bo Obama, il cane d’acqua portoghese che è attualmente il First Dog, ha conquistato tutti. Su questo versante bisogna dire che Mitt Romney, il principale sfidante di Obama, non è proprio simpatico: ricordate il cosiddetto Crate Gate?

Per andare in vacanza Mitt Romney e la sua famiglia misero il loro cane, Seamus, un setter irlandese, in un trasportino che poi legarono sul tettuccio della macchina. Lo spavento per il povero Seamus fu enorme e questo episodio è stato ripreso più volte in campagna elettorale per sottolineare la poca affidabilità di Romney (del resto lo sappiamo che spesso i politici usano gli animali domestici come arma di distrazione di massa).

 

Ma cani e gatti alla Casa Bianca sono solo una moda recente o vanno di pari passo con la storia dei presidenti americani? Ecco delle curiosità, alcune veramente simpatiche, sui presidenti USA e i loro amici pelosi:

  • Il padre degli USA, George Washington (primo presidente degli USA, dal 1789 al 1797), allevava i propri cani ed è, secondo la leggenda, il padre del Foxhound Americano. Washington inoltre allevava muli a partire da un asino inviatogli dal re Carlo III di Spagna.

  • John Adams (presidente dal 1797 al 1801) aveva, tra gli altri animali domestici, un cane meticcio di nome Satana; alcune fonti dicono che fu sua moglie Abigail a chiamare così il cane.

  • Thomas Jefferson (1801-1809) aveva ricevuto in dono un paio di orsi grizzly che tenne un po’ prima di regalarli a un amico. Jefferson possedeva anche animali domestici più convenzionali come cani Briard (Pastore delle Brie) e un tordo di nome Dick.

  • James Monroe (1817-1825) aveva svariati animali inclusi cani da pastore e uno spaniel nero che apparteneva a sua nipote.

  • John Quincy Adams (1825-1829) pare avesse un alligatore con il quale si divertiva a spaventare gli ospiti.

  • Andrew Jackson (1829-1837) possedeva un pappagallo, Pol, a cui aveva insegnato a imprecare, cosa che Pol fece con impegno al funerale del presidente.

  • John Tyler (1841-1845) preso da un raptus di egocentrismo chiamò il suo canarino “Johnny Ty”.

  • Alcune fonti dicono che Millard Fillmore (1850 al 1853) non ebbe animali domestici. Altre, invece, sostengono che avesse due pony di nome Mason e Dixon.

  • Franklin Pierce (1853-1857) aveva probabilmente un Japanese Chin.

  • James Buchanan (1857-1861), che non si sposò mai, aveva un Terranova di nome Lara che dormiva vicino a lui con un occhio aperto. Non era una cattiva idea, nei difficili tempi politici dell’epoca. E nel caso in cui il Terranova non fosse abbastanza grande per Buchanan, il re del Siam gli inviò un paio di elefanti. A quanto pare, poi, svariate persone, preoccupate per la solitudine del presidente, gli inviarono ogni sorta di animali da compagnia, tra cui una coppia di aquile calve.

  • Abraham Lincoln (1861-1865) aveva un gruppetto di animali che vivevano con lui alla Casa Bianca: capre, un cane di nome Jip, dei gattini e un tacchino di nome Jack che non fu mai sacrificato per la cena di Natale.

  • Andrew Johnson (1865-1869), spesso considerato uno dei peggiori presidenti del Paese, aveva dei topi che alimentava ad acqua e farina che lasciava sul pavimento.

  • Ulysses S. Grant (1869-1877) era un estimatore dei cavalli e durante la sua presidenza ne ebbe molti. Grant ebbe anche dei cani: Rosie e un Terranova di nome Fedele.

  • L’elenco di animali domestici di Rutherford B. Hayes (1877-1881) [foto qui sopra] è senz’altro strabiliante. Aveva cani di sette razze diverse, una capra, degli uccelli e almeno tre gatti.

  • James A. Garfield (1881) aveva un cavallo di nome Kit e pesci di vario tipo, ma il suo animale preferito era un cane di nome Veto.

  • Grover Cleveland (1885-1889) aveva dei tordi e un bulldog di nome Ettore.

  • Benjamin Harrison (1889-1893) aveva una capra di nome Baffi, un Collie di nome Dash e due opossum.

  • William McKinley (1897-1901) aveva un pappagallo messicano dalla testa gialla, dei gattini d’Angora di nome Valeriano Weyler ed Enrique DeLome e dei galli.

  • Theodore Roosevelt (1901-1909) avrebbe potuto aprire uno zoo: oltre a un Bull Terrier, un Manchester Terrier, un Pechinese, un Retriever Bay Cheseapeake e un San Bernardo, aveva una covata di cavie dai nomi impressionanti come dottor Johnson, Lotta Bob Evans e Ammiraglio Dewey; un ara di nome Eli Yale; un gallo con una zampa sola, un serpente, un maiale, una lucertola, un tasso e diversi gatti, conigli, gufi, pony. E anche una iena.

  • William Howard Taft (1909-1913) aveva un cane, ma i suoi animali preferiti erano le mucche, essendo egli un gran bevitore di latte.

  • Thomas Woodrow Wilson (1913-1921) aveva un paio di gatti e un cane di razza Greyhound.

  • Warren G. Harding (1921-1923) era tanto bravo a dare dei nomi ai suoi animali domestici quanto a scovare la corruzione nella sua amministrazione: vale a dire, non molto. Aveva un Airedale Terrier di nome Laddie Boy e un Bulldog di nome Old Boy. C’è da dire che Laddie Boy era una vera e propria celebrità e aveva una sua sedia sulla quale accomodarsi durante le riunioni di gabinetto del Presidente. Inoltre, pare che sapesse salire sugli alberi per recuperare le palline da golf lanciate dal suo padrone.

  • Calvin Coolidge (1923-1929) è noto per essere stato poco loquace, ma forse, come il dottor Doolittle, sapeva parlare con gli animali. Aveva dei Collie bianchi di nome Rob Roy e Prudence Prim; un Chow Chow, uno Shetland Sheepdog e un Terrier, dei procioni, dei canarini, e una lince rossa, un ippopotamo pigmeo, uno wallaby, un orso nero e un leone.

  • Herbert Hoover (1929-1933), come molti presidenti del ventesimo secolo si dedicava ai cani: i più famosi tra questi sono probabilmente Big Ben e Sonnie, i suoi Fox Terrier, ma anche King Tut (Pastore Belga), Pat (pastore tedesco), Patrick (Irish Wolfhound), Weejie (Elkhound norvegese) e altre varie razze. Suo figlio Allan aveva degli alligatori che certamente non scorrazzavano per la Casa Bianca.

  • Franklin Delano Roosevelt (1933-1945) non aveva animali stravaganti. Era molto legato agli Scottish Terrier come Fala e Meggie [nella foto qui sopra], ma aveva anche cani di grossa taglia, come Majora (pastore tedesco) o molto piccoli (Old English Sheepdog), President (Alano) e Blaze (Bull Mastiff). Tuttavia, Fala era il suo compagno preferito, sopravvissuto al suo padrone di sette anni e ora sepolto accanto a Roosevelt.

  • Dwight Eisenhower (1953-1961) non ha potuto tenere in riga il suo Weimaraner, Heidi, così come faceva con le truppe. A Heidi non piaceva la moglie di Eisenhower, Mamie, e non perdeva occasione per aggredire la First Lady ogni volta che ella cercava di avvicinarsi al presidente. Rovinò anche un tappeto di ventimila dollari per dimostrare il suo disagio.Tutti amanti dei cani, i Kennedy avevano fatto realizzare una speciale area giochi vicino alla West Wing della Casa Bianca per i loro figli e gli animali domestici della famiglia.

  • J.F.K. (1961-1963) è stato il primo presidente a chiedere che i suoi cani gli andassero incontro verso l’elicottero presidenziale, quando arrivava alla Casa Bianca. I figli di JFK avevano costituito un gruppo molto ampio di animali da compagnia, tra cui dei pony (Macaroni, Tex e Leprechaun), cocorite (Bluebelle e Marybelle) e poi criceti, gatti, cani e un coniglio di nome Zsa Zsa. L’animale da compagnia più controverso di Kennedy, però, era probabilmente Pushinka, un bastardino dato a Caroline Kennedy dal premier sovietico Nikita Krusciov.

  • Lyndon Johnson (1963-1969) ebbe dei criceti e degli inseparabili, ma la sua specie preferita era il Beagle. Diversi “cani Snoopy” hanno condiviso la Casa Bianca con Johnson, compresi Edgar, e, naturalmente, Lui e Lei. Una famosa fotografia mostra Johnson che solleva Lui per le orecchie e questo ha causato una tempesta da parte degli animalisti che criticavano la crudeltà del comportamento del presidente.

  • Mentre era alla Casa Bianca, Richard Nixon (1969-1974) ha avuto tre cani – un Terrier di nome Pasha, un barboncino di nome Vicky e un setter irlandese di nome Timahoe. Ma l’animale più famoso di Nixon, Dama, morì prima che Nixon vincesse le elezioni presidenziali.

  • Il presidente Gerald Ford (1974-1977) era appassionato di Golden Retriever. Ne aveva due: Liberty e Misty. Si dice che avesse un segnale speciale che usava per far scodinzolare Liberty, quando voleva abbreviare le riunioni nello Studio Ovale.

  • La figlia di Jimmy Carter (1977-1981) Amy aveva un gatto siamese, un levriero afgano di nome Lewis Brown e un border collie di nome Grits, presto restituito al maestro che lo aveva regalato ad Amy perché pare che avesse un caratteraccio e non andava d’accordo con il gatto.

  • Ronald Reagan (1981-1988) aveva un Cavalier King Charles Spaniel, Rex, dono del conservatore Bill Buckley, che possedeva la madre di Rex, e il fratello Fred. Rex aveva una cuccia che ha fatto notizia per la sua prodigalità. Il precedente occupante canino, un Bouvier Des Flandres di nome Lucky, era diventato troppo grande e turbolento per la Casa Bianca, e Reagan lo aveva mandato nella proprietà di Rancho del Cielo. La signora Reagan aveva anche un Siberian Husky di nome Taca e un pastore belga di nome Fuzzy.

  • George H. W. Bush (1988-1993) e Barbara avevano uno Springer Spaniel di nome Millie che è stato forse il più popolare occupante della Casa Bianca del primo presidente Bush. Ha avuto dei cuccioli mentre viveva alla Casa Bianca che i Bush hanno tenuto.

  • La figlia di Bill Clinton (1993-2001), Chelsea, ha portato il suo gatto, Socks, con sé alla Casa Bianca, che è ha assunto la carica di First Cat. Nel 1997, fu raggiunto da Buddy (non che Socks fosse contento, sia chiaro). Buddy e Socks avevano un sacco di spazio per evitarsi alla Casa Bianca, ma quando i Clinton si trasferirono a New York per praticità Socks venne lasciato alla segretaria Betty Currie. Buddy è morto prematuramente su una strada fuori casa dei Clinton a Chappaqua, NY, investito da un’auto.

  • George Bush (2001-2009) ama i cani e la sua Springer Spaniel Fletcher Spotty. I Bush hanno avuto anche uno Scottish Terrier, Barney e Miss Beazley Weazley (Miss B è stato il regalo di compleanno del presidente a Laura Bush). Tra gli altri animali domestici Willie, che è vissuto fino alla veneranda età di diciannove anni, e Ofelia, una mucca del ranch dei Bush a Crawford, TX.E, naturalmente, tutti conosciamo Bo di Obama (2009), un cane d’acqua portoghese e attuale First Dog.

    Tutto il mondo attende trepidante ora di sapere… quale sarà la prossima bestia (oltre a Trump) che entrerà alla Casa Bianca 

     

  • giphy

vota-no-falceemartello-1

 

Vedi video:

https://youtu.be/ShwwfFB_OR0

Altri video sul canale:

IN ATTESA DELLA LIBERAZIONE canale YouTube

 

#nicovendome55

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Precedente Molestie, violenze sessuali e ricatti nel mondo del lavoro /2 Successivo Minoranze che impongono un futuro peggiore a tutti.