FEMMINICIDIO IN ITALIA

FEMMINICIDIO IN ITALIA

In Italia ogni tre giorni una donna viene assassinata secondo lo studio dell’Università Niccolò Cusano. In realtà ilnumero di femminicidi in Italia è sceso del 6,5% nel 2015 rispetto all’anno precedente (128 contro 136), ma la media di donne vittime di violenza è alta. Nei primi 6 mesi del 2016 le donne uccise sono state 36, quasi il 23% in meno sui primi 6 mesi del 2015.

LE VITTIME DI STALKING IN ITALIA

Ma nonostante i dati confortanti sul femminicidio c’è ancora molto da fare per prevenire e contrastare la violenza sulle donne: nel nostro Paese le donne vittime di stalking sono 3,5 milioni, quasi la metà rispetto a coloro che subiscono violenza fisica o sessuale. I casi più frequenti di violenza psicologica sono nel Sud Italia e nelle Isole.

POCHE DONNE VITTIME DI VIOLENZA HANNO IL CORAGGIO DI DENUNCIARE

Perché le donne non reagiscono alla violenza? Il dato allarmante della ricerca condotta dall’Università Niccolò Cusano è proprio che la quasi totalità delle donne è paralizzata di fronte all’ossessione e alla instabilità degli uomini. Solo il 12% delle donne vittime di violenza ha infatti il coraggio di denunciare.

L’AIUTO IN CASO DI VIOLENZA

Allora come difendersi dalla violenza? È forte in Italia l’impegno dei Centri Antiviolenza presenti in tutte le regioni italiane e di onlus come la Casa delle Donne, che hanno lo scopo di aiutare le potenziali vittime a sviluppare la consapevolezza del rischio e comprendere quando è il momento di chiedere aiuto.

 

Femminicidio: tutti i numeri nell’infografica di Unicusano
Infografica a cura della Facoltà di Psicologia Università Niccolo’ Cusano

 

 

Precedente La quadratura del cerchio, a 5stelle Successivo Aleppo: situazione al 8 Agosto: